martedì 9 maggio 2017

Colazione con l'uovo sbattuto

Non so voi, ma io sono cresciuta facendo colazione con l'uovo sbattuto.
 Cosaaaaa????? L'uovo crudooooo?!?!?!? E la salmonellaaa???  So che tante mamme staranno inorridendo, ma ho 55 anni e sono ancora viva, e le uova che ho mangiato sono uscite dal culo delle galline che razzolavano per terra e mangiavano anche i lombrichi! E a volte l'uovo era ancora caldo e neanche lavato!
Da piccola pensavo che tutti facessero colazione così. Tanti dei miei ricordi d'infanzia sono legati all'uovo. Mia nonna Rachele è mancata quando ero ancora troppo piccola per avere dei ricordi vividi, ma un ricordo ce l'ho: quando mi fermavo da lei mi preparava l'uovo sbattuto. E anche la zia Ninì, lei invece mi preparava lo zabaione. E andavo a raccogliere le uova nel pollaio col nonno.
Se penso a queste cose, stranamente non le ricordo a colori, ma hanno le stesse sfumature delle vecchie fotografie in bianco e nero. Ma sono sempre legate alle uova.
Vecchio pollaio
Crescendo, il mio uovo sbattuto ha subito delle variazioni, nel senso che ho iniziato a mangiarlo in vari modi. Prima ovviamente l'immancabile caffè, poi c'è stato il periodo del cacao, nel senso che all'uovo sbattuto, che doveva essere spumoso e giallo chiaro, aggiungevo un cucchiaino di cacao in polvere: non avete idea di cosa fosse! Poi ho iniziato a mangiarlo con i pavesini, una cosuccia leggera, perché con i pavesini le uova dovevano essere almeno due, altrimenti finiva subito. Potete immaginare cosa sia immergere i pavesini nell'uovo sbattuto, raccoglierli col cucchiaino farciti di quella spuma goduriosa e mangiarli? Se non avete mai provato, non potete neppure avvicinarvi col pensiero!
Comunque, io ho continuato a fare colazione con l'uovo sbattuto tutti i giorni fino ai quarant'anni, e vi posso assicurare che l'unica cosa in grado di sostituirlo è una brioche ripiena di crema pasticcera, e quindi sempre con il mio ovetto!
Lo faccio ancora anche adesso, ma non tutti i giorni, saltuariamente nel fine-settimana!
Potete chiedere a mio marito Gianni, quante volte la domenica mattina ho preparato l'uovo sbattuto anche per lui e per i suoi figli.
Adesso è molto più semplice prepararlo, con lo sbattitore elettrico è pronto in un minuto, ma quando ero piccola lo si faceva a mano, e vi garantisco che per un buon risultato ci voleva un ottimo polso e una ventina di minuti di energica sbattitura.

PREPARAZIONE:
1 tuorlo d'uovo
3 cucchiaini da tè di zucchero
Sbattere fino a che non diventa spumoso e giallo chiaro.
Se mettete il caffè, deve essere bollente e strong, altrimenti non prenderà questo bel colore!
Questo è il mio contributo per il Calendario del Cibo italiano nella Giornata Nazionale dell'Uovo.




10 commenti:

Tamtam ha detto...

Anche io confermo, cresciute mia sorella ed io a uova sbattute tutte le mattine, energia da vendere ne avevamo, le uova erano di nonna e che ti devo dire o c'è andata bene o avevamo gli anticorpi enormi, oggi non lo farei per i miei figli, però quanto erano buone mamma mia e ti dico la verità quando si montano nella planetaria con lo zucchero qualche cucchiaiata la rubo sempre ;)

Gianni Senaldi ha detto...

Confermo quanto ha scritto la Manu e, anche se lei non lo ammetterà mai, da quando stiamo insieme e ho cambiato la mia "dieta", sono lievitato.
Comunque l'uovo sbattuto come lo ha descritto lei è fantastico ma, non so perché, rubarlo dal vaso della planetaria lo è ancora di più

Fabiola Palazzolo ha detto...

che ricordi mi hai fatto venire, me lo preparava la mia mamma!
baci.

Giuliana ha detto...

mia nonna mi obbligava a berli, appena deposti. un forellino sulla punta e uno sul fondo e dovevo succhiare. Se ci ripenso, sento ancora quel disgusto che provavo da bambina.. Forse è per quello che le uova le amo solo ben cotte.
Però l'uovo sbattuto col caffè....merende di ragazza. Mai provato col vino al posto del caffè?

Grazie di avermelo fatto ricordare!

Katia Zanghì ha detto...

Se solo mi fosse rimasto un uovo in frigo, ti giuro che questa sarebbe la mia colazione di domani mattina, ma le ho finite tute per il contributo... Mi tocca ricomprarle.

Marina ha detto...

Anch'io annata '62 w cresciuta a uovo sbattuto a mano....mai preso un malanno !

Gaia ha detto...

Che ricordi!! pure io ricordo l'uovo sbattuto con l'uovo fresco (anzi calduccio) delle galline del nonno, che razzolavano felici!!
E l'inzuppo con le striscioline di pane!

La Cascata dei Sapori ha detto...

Da bambina mia nonna mi preparava sempre l'uovo sbattuto.
Quanti ricordi mi hai riportato alla mente :)

Sabrina Fattorini ha detto...

Io non sono un'amante delle uova sbattute, ma devo dire che da piccola me le rifilavano. Nel mio immaginario, appartengono proprio ad un'altra epoca.

alessandra ha detto...

l'ho appena scritto in un commento ad una delle ricette precedenti: la mia generazione, al posto dei ricostituenti, ha avuto i tuorli d'uovo. Tremendi al mattino,ingollati dal cucchiaio,voluttuosi alla sera, sbattuti con lo zucchero fino a farli diventare bianchi. Lo zabajone da noi era riservato agli adulti (il quarto piemontese non lesinava con l'alcool),ma ancora adesso, se ho bisogno di qualcosa che mi tiri su, mi sbatto un uovo. Rigorosamente a crudo :)
E,Manu,non avresti potuto commemorare meglio di così questa giornata!